Un imponente “leak” ha colpito Gta VI

Sono stati giorni di fuoco per la Rockstar games, casa di produzione di videogiochi che ha ideato Grand Theft Auto, la serie di videogame più scorretta (e di successo) del mondo. A nove anni dall’uscita di Gta V ancora non si sa nulla sul nuovo capitolo della saga. Stando alle informazioni ufficiali, potrebbe anche non essere in produzione. Tutto questo, fino a due giorni fa. Infatti, nel weekend un attacco dell’hacker teapotuberhacker ha liberato più di 90 foto e video del gameplay non definitivo di Gta VI, compreso di oltre 10mila righe di codice del nuovo Grand Theft Auto. Rockstar attraverso i suoi canali (sul profilo Twitter verificato) ha confermato di aver subito questo cyberattacco, anticipando di fatto l’annuncio ufficiale del prossimo capitolo della saga.

Nello specifico, la casa di produzione di New York dichiara nel comunicato di aver “subito un’intrusione nella rete in cui una terza parte non autorizzata ha avuto accesso e scaricato illegalmente informazioni riservate dai nostri sistemi, inclusi filmati di sviluppo iniziale per il prossimo Grand Theft Auto. Siamo estremamente delusi che alcuni dettagli del nostro prossimo gioco siano stati condivisi con tutti voi con queste modalità. Il nostro lavoro sul prossimo gioco di Grand Theft Auto continuerà come previsto e rimaniamo impegnati come sempre a offrire a voi, ai nostri giocatori, un’esperienza che superi davvero le vostre aspettative”.

È ancora possibile raggiungere i contenuti rubati, nonostante Rockstar stia facendo di tutto per rimuovere i video e le immagini protette dal loro copyright. Ancora non sono stati rilasciati dettagli sul come teapotuberhacker sia arrivato a intrufolarsi dentro i server dell’azienda, che è rinomata per essere attentissima verso gli eventuali leak (perdite) di contenuti. Inoltre, l’hacker ha ricattato la casa di produzione, minacciando di rilasciare nei prossimi giorni ulteriori informazioni. Per guardare il bicchiere mezzo pieno, la Rockstar games ha finalmente annunciato Grand Theft Auto VI. Certo, non come avrebbe voluto.