Ue: dal 16 maggio stop uso delle mascherine sugli aerei

Una data da segnare sul calendario. Dal 16 maggio stop all’obbligo di indossare la mascherina sui voli dell’Unione europea. Questo quanto stabilito dal vademecum sulla sicurezza dei viaggiatori redatto dall’Ecdc (Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie) e dall’Aesa (Agenzia europea per la sicurezza aerea). Da segnalare che il dispositivo di protezione individuale è consigliato per chi starnutisce o tossisce.

Andrea Ammon, direttore dell’Ecdc, ha detto: “Sebbene i rischi permangano, abbiamo visto che gli interventi e i vaccini non farmaceutici hanno permesso alle nostre vite di tornare alla normalità. Sebbene l’uso obbligatorio della mascherina in tutte le situazioni non sia più raccomandato, è importante tenere presente che, insieme al distanziamento fisico e a una buona igiene delle mani, è uno dei metodi migliori per ridurre la trasmissione. Le regole e i requisiti degli Stati di partenza e di destinazione dovrebbero essere rispettati e applicati in modo coerente e gli operatori di viaggio dovrebbero avere cura di informare i passeggeri di tutte le misure richieste in modo tempestivo”.

Il direttore esecutivo dell’Aesa, Patrick Ky, ha proseguito: “Per molti passeggeri, e anche per i membri dell’equipaggio, c’è un forte desiderio che le mascherine non siano più una parte obbligatoria del viaggio aereo. Siamo ora all’inizio di quel processo. I passeggeri dovrebbero continuare a rispettare i requisiti della loro compagnia aerea e, laddove le misure preventive siano facoltative, prendere decisioni responsabili e rispettare la scelta degli altri passeggeri”.

Il commento di Bassetti

Matteo Bassetti, direttore Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, in merito all’utilizzo delle mascherine in aereo, ha detto all’AdnKronos: “In Italia c’è un atteggiamento talebano e anacronistico sulla mascherina, che fa solo del male”. Sull’aggiornamento delle misure di sicurezza per i viaggi pubblicato da Aesa ed Ecdc, Bassetti ha notato: “Quello che dice è una questione di buon senso: se hai la tosse o starnutisci ti raccomando fortemente di usare la mascherina, altrimenti, visti i sistemi di aerazione che ci sono sugli aerei, non è più obbligatorio metterla. In Italia, invece, c’è un atteggiamento talebano e anacronistico sulla mascherina che fa solo del male”.