Aiea: centrale di Zaporizhzhia “fuori controllo”

La centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia – occupata dalle forze russe – risulterebbe “completamente fuori controllo”. Lo ha detto Rafael Grossi, direttore generale dell’Aiea, Agenzia internazionale per l’energia atomica. E ha aggiunto: “C’è un catalogo di cose che non dovrebbero mai accadere in nessun impianto nucleare… la situazione è molto fragile. Ogni principio di sicurezza nucleare è stato violato in un modo o nell’altro e non possiamo permettere che questo continui”. Inoltre, un colpo d’artiglieria da parte russa ha colpito una fermata dell’autobus, nella regione di Donetsk, nel Donbass. Almeno otto sarebbero i morti. Lo ha riferito il governatore dell’Oblast, citato dal Kiev Independent.

Da segnalare che le forze russe hanno attaccato la notte scorsa uno dei distretti residenziali della città di Zaporizhzhia, nella parte meridionale dell’Ucraina. Anatoliy Kurtiev, presidente ad interim del Consiglio comunale della città, ha spiegato su Telegram: “Intorno alle 3,30, il nemico ha colpito la periferia di uno dei distretti della città durante un’allerta aerea. Sono stati registrati due colpi”.

In ultimo, Dmytro Kuleba, ministro degli Esteri ucraino, ha twittato: “Le prossime navi con grano ucraino sono cariche e pronte a partire. Se la Russia manterrà gli impegni assunti nell’ambito dell’iniziativa sui cereali mediata dalle Nazioni Unite, il grano raggiungerà i clienti stranieri e contribuirà a contenere i prezzi dei prodotti alimentari e a scongiurare la fame. L’Ucraina rimane impegnata a combattere l’insicurezza alimentare globale”.