Il successo del Made in Italy al Fitce in Florida

La settimana scorsa si è svolto l’importante Expo governativo americano che ha rappresentato la più grande e importante vetrina internazionale per il Made in Italy, con la partecipazione di rappresentanze di 70 Paesi che guardano alla Florida come una porta di ingresso preferenziale per sviluppare nuove opportunità commerciali nel mercato americano.

Anche quest’anno, l’Italia è stata in prima fila con l’Italian Delegation Made in Italy, partner strategico della Broward County - Dipartimento dello Sviluppo degli Affari Economici e delle Pmi della Florida.

La società M.Ro Business Cooperation & Innovation Center – presieduta da Romina Nicoletti – è riuscita a svolgere al meglio l’incarico ufficiale per l’Italian Delegation in qualità di strategic partner del Fitce. Grazie alle attività di promozione, tutela giuridica e diffusione dell’eccellenza italiana in Florida e negli Stati Uniti d’America, M.Ro Business Cooperation & Innovation Center, con il supporto strategico giuridico-legale dello Studio legale Reboa Law Firm, hanno accompagnato con cura certosina le imprese italiane nel mercato americano, dall’individuazione delle aree economiche in cui operare, alla definizione delle strategie d’ingresso, al coinvolgimento di tutta l’organizzazione societaria nello svolgimento delle attività operative connesse all’internazionalizzazione e alle nuove strategie innovative di export.

I lavori in Florida hanno visto anche il lancio del primo Country Pavilion nella storia del Fitce dedicato all’Italia, con il patrocinio del Ministero delle Imprese e del Made in Italy. Ai lavori della delegazione italiana, guidata da Romina Nicoletti, hanno partecipano anche la società Tornado Yachts, l’Unapol – Unione Nazionale dei Produttori di Oliva, la Fittipaldi Wine Donne Fittibaldi Wine, Zuccastregata Just a Cute Brand, Trend Group, e “Struttura Film”, con il direttore artistico del padiglione italiano, Carlo Roberti. Altre aziende presenti al padiglione italiano sono state: Al.si srl per la promozione delle etichette di vini italiani, Sabrina Attiani e Frida Querida per la promozione della moda italiana, la scuola di lingua italiana Di.lit e Michele Crocitto per la promozione dell’arte italiana con l’Art Italian Dream. Infine, Cristina Chionni Trerotoli ha anche tenuto un live painting, presso il padiglione italiano, con un dipinto che verrà esposto al Consolato generale di Italia a Miami.

“Unapol è stata orgogliosa di prendere parte alla Italian Delegation Made in Italy per il Fitce 2023. Una presenza che legittima la nostra unione nazionale come interlocutore principale verso le istituzioni americane, con lo scopo di condividere il know-how e l’esperienza nel settore olivicolo che tutto il mondo ci invidia. Diffondere la cultura dell’olio vuol dire trasmettere ai nostri amici d’Oltreoceano i valori alla base di una sana alimentazione, fare conoscere la dieta mediterranea e soprattutto il valore della biodiversità che caratterizza tutte le varietà di oli extra vergine di oliva. Come in una ideale “carta degli oli” abbiamo fatto degustare ai visitatori del Fitce la più vasta selezione di monovarietali Dop e Igp di Italia. Proprio per far capire che il mondo dell’olio racchiude le storie di produttori italiani che con impegno e fatica portano sulle tavole dei prodotti di eccellenza. Un’opera di sensibilizzazione che sta riscuotendo grande successo”, ha ribadito Tommaso Loiodice, presidente Unapol.

Inoltre, la società Tornado Yachts ha presentato il nuovo “Tornado 40 Walk Around”, attirando l’interesse degli espositori e degli esperti del settore proprio nella capitale dello yachting negli Stati Uniti. Grazie ai lavori fieristici, la società Tornando ha incontrato importanti partner americani della navigazione: la Us Super Yacht Association, la Total Marine Solutions e la Marine Industries Association of South Florida. “Il mercato nautico americano è pronto per i nostri yacht e sono davvero felice di aver lanciato il nuovo Tornado 40 Walk Around nella capitale dello yachting in America”, ha dichiarato Daniele Parisi, Ceo della Tornado Yachts.

La delegazione d’imprese italiane ha incontrato anche Michele Mistò, il Console generale d’Italia in Florida, Andrea Di Giuseppe, membro del Parlamento italiano e Carlo Angelo Bocchi, direttore dell’Italian Trade Agency di Miami e i lavori si sono conclusi con una cena elaborata da Emanuele Cicatiello, presidente della Federazione Cuochi Italia-Usa.

Il Fitce è stato anche l’occasione per lo svolgimento di una Master Class dedicata alla promozione e alla conoscenza dell’olio extravergine di oliva e del vino italiano negli Usa. Una vetrina di straordinaria importanza per il nostro Made in Italy per stipulare fruttuosi accordi commerciali con aziende statunitensi e di altri Paesi americani partecipanti alla fiera.

“La delegazione italiana è stata creata per promuovere il Made in Italy nel mondo e per cambiare lo storytelling abbattendo i vecchi stereotipi sugli italiani e sui prodotti italiani. In qualità di Chief Chair Ambassador della Fitce ho portato la delegazione italiana made in Italy a diventare quest’anno, nella sua seconda edizione, partner strategico della Fitce, e a creare per la prima volta un padiglione nazionale, quello italiano. Ho avuto l’onore di guidare un pool di grandi imprenditori. Il Made in Italy non è solo una bandiera, è altro, è creatività, dieta mediterranea, vino, olio, design, moda”, ha dichiarato Romina Nicoletti, Chief Chair Ambassador della Fitce e presidente della società M.Ro Business Cooperation & Innovation Center.

Aggiornato il 10 ottobre 2023 alle ore 12:28:04