Morto Andy Fletcher, collante dei Depeche Mode

“Siamo scioccati e pieni di immensa tristezza per la prematura scomparsa del nostro caro amico, membro della famiglia e membro della band”. Questo il messaggio di addio dei Depeche Mode a Andrew (Andy) Fletcher: l’artista aveva 60 anni.

Nato a Nottingham l’8 luglio 1961, Fletch si era spostato con la famiglia a Basildon. Ha fondato i Depeche Mode con Vince Clarke suonando il basso. Ma, dopo poco, è passato a sintetizzatori e tastiere, anche se il suo strumento iniziale non lo ha mai abbandonato del tutto. Poco dopo si unirono al gruppo Martin Gore e Dave Gahan. A cominciare dall’album “Speak and Spell” (del 1981), Fletcher in più di una occasione si è occupato della parte manageriale della band. Inoltre, ha rappresentato il collante dei Depeche Mode, soprattutto nei periodi più difficili, ovvero quelli vissuti negli anni di “Violator” (1990) e “Songs of Faith and Devotion” (1993).

Andy Fletcher, dal 2020 nella Rock and Roll Hall of Fame, ha portato avanti anche la carriera di dj. Maurizio Zoja, su Rolling Stone, ha scritto: “Parafrasando una canzone di un musicista che con i Depeche Mode c’entra poco, quella di Andy Fletcher è stata davvero una vita da mediano, nato senza i piedi buoni ma con dei compiti precisi. Uno a cui la natura non ha dato lo spunto della punta (Dave Gahan), né del 10 (Martin Gore), ma che i suoi mondiali li ha vinti eccome, uscendo a braccia alzate da decine di stadi”.