Kansas City vince il Super Bowl per la seconda volta consecutiva

Patrick Mahomes e i suoi hanno bissato il successo sui San Francisco 49ers, già sconfitti in finale durante il Super Bowl LIV di Las Vegas. I Kansas City Chiefs hanno così vinto il loro quarto Super Bowl (edizione LVIII) di sempre, terzo con Mahomes come quarterback e secondo consecutivo. Gli ultimi a riuscire in quest’impresa sono stati i New England Patriots tra il 2003 e il 2004. E coloro che hanno individuato nel giovane regista di Tyler, Texas l’erede di Tom Brady, non sembrano aver sbagliato di molto le previsioni. Nella prima edizione del Super Bowl in cui né l’ex quarterback dei Patriots e dei Tampa Bay BuccaneersPayton Mennings giocano nella National football league (non accadeva dal 1998) è stata proprio la stella di Mahomes a brillare e a fare la differenza, portando a casa anche il premio come Most valuable player (Mvp).

Il match fra Kansas City e San Francisco ci ha messo tanto a decollare, con i primi punti – lato 49ers – che sono arrivati nel secondo quarto di gara (un calcio piazzato messo a segno da Jake Moody dalla linea delle 55 yard). A fine primo tempo, la squadra californiana era in vantaggio e sembrava tenere le redini della partita, con gli uomini di coach Andy Reid che erano riusciti a segnare solo un calcio piazzato. Nella seconda metà di gara il vento è cambiato, con i Chiefs che sono riusciti a segnare un touchdown e stare al passo con San Francisco, che ha sbagliato un calcio piazzato che molto probabilmente gli è costato il match. Infatti, se i 49ers avessero realizzato anche il field goal dopo il touchdown di Jauan Jennings, la partita non sarebbe andata ai supplementari. Infine, durante l’overtime – con un drive di 13 azioni e 75 yard guadagnate – Patrick Mahomes è riuscito a mandare a meta Mecole Hardman, per il touchdown finale a tre secondi dalla fine della partita. Così Kansas City ha vinto, all’ultimo respiro, il Super Bowl 2024.

Degno di nota anche l’halftime show, che ha visto come protagonista la star del Rythm and Blues Usher. Il performer americano ha festeggiato sul palco dell’Allegiant Stadium di Las Vegas i suoi 30 anni di carriera, con ospiti d’onore del calibro di Will.i.am, Alicia Keys e Ludacris. La stella del R&B di Dallas ha cantato (e ballato) tutti i suoi più grandi successi, tra cui “Caught Up”, “My Boo” e “Yeah!”. Ospite d’onore anche Taylor Swift, che ha partecipato al Super Bowl non in veste di performer, ma per ragioni di cuore. La superstar americana è infatti la fidanzata di Travis Kelcetight end dei Kansas City (tra i più forti al mondo nel suo ruolo) – e dopo un volo supersonico da Tokyo e Las Vegas è riuscita ad arrivare giusto in tempo per il calcio d’inizio. Ed è probabile che, grazie alla presenza della beniamina d’America, l’edizione 2024 della finalissima dell’Nfl è stato il secondo evento tivù più visto dagli americani, dopo l’allunaggio dell’Apollo 11 il 21 luglio 1969.

Aggiornato il 12 febbraio 2024 alle ore 04:12:26