Super Bowl LVIII, i Chiefs centrano la quarta finale in cinque anni

Il dominio di Kansas City nei play-off della Nfl si è confermato anche quest’anno. Le fasi ad eliminazione diretta, che hanno portato alla designazione delle due squadre di football americano che giocheranno il Super Bowl LVIII domenica 11 febbraio, hanno avuto come protagonisti i Buffalo Bills, i Baltimore Ravens, i Kansas City Chiefs, i Green Bay Packers, i Detroit Lions e i San Francisco 49ers. Alla fine, con un’incredibile rimonta sulla squadra della Motor city, San Francisco ha staccato il primo pass per la finale – che per la prima volta si giocherà a Las Vegas – mentre i Chiefs del quarterback Patrick Mahomes hanno sconfitto i favoritissimi Ravens di Lamar Jackson, il probabile Mvp della regular season. Per il regista della franchigia del midwest questa è la quarta apparizione al Super Bowl in sei anni da titolare, durante i quali è diventato uno dei profili di punta della National football league, nonché uno dei quarterback più forti della sua generazione.

Quella di Las Vegas sarà la prima finalissima di football americano senza né Tom BradyPeyton Manning in attività – che condividono a giorni alterni l’appellativo di Goat, Greatest of all time – ma anche la prima ad essere giocata da Brock Purdy, il regista dei 49ers che due anni fa è stato scelto come ultimo assoluto nel Draft Nfl 2022. Mr. Irrelevant (così vengono denominati gli atleti che vengono selezionati alla fine del draft) “grazie” al grave infortunio dello storico quarterback di San Francisco, Jimmy Garoppolo, si è messo in mostra durante la stagione scorsa, e quest’anno è riuscito a portare i suoi al Super Bowl dopo aver spento i sogni di gloria dei Detroit Lions, che hanno svolto fino alla finale di conference la cosiddetta “stagione perfetta”.

Da una parte, i 49ers vogliono la rivincita sul Super Bowl LV di Miami del 2020, giocato sempre contro Kansas City, mentre i Chiefs sognano di confermarsi come campioni in carica della Nfl, evento che non si verifica dalle finali del 2003-2004. Venti anni fa sono stati i New England Patriots di Tom Brady a vincere due Super Bowl di fila. Per quanto riguarda invece l’halftime show – uno dei motivi per cui anche i non appassionati di football guardano la finale della lega americana – è stato anticipato il nome di Usher. Il cantante R&B festeggerà i suoi 30 anni di carriera su uno dei palchi più importanti del mondo, come ha confermato un trailer condiviso dall’account ufficiale di Apple Music.

Per i tifosi italiani, l’appuntamento è dalle 00.30 della notte fra l’11 e il 12 febbraio, in esclusiva su Dazn. Un evento da non perdere, che racchiude in un guscio di noce la cultura americana dello sport (che spesso e volentieri si mischia con la tipica capacità di intrattenere) a stelle e strisce.

Aggiornato il 30 gennaio 2024 alle ore 05:09:27