L’ennesimo grande asteroide che “sfiora” la Terra

Niente “Deep impact”, e meno male. Anche stavolta un asteroide farà la barba al nostro pianeta per poi proseguire la sua corsa nello spazio. Chiamato 7335 (1989 Ja), l’asteroide (circa 1,8 chilometri di diametro) sarà visibile solo dall’Australia e passerà a una distanza di circa 4 milioni di chilometri dalla Terra, una distanza di sicurezza pari a circa 10 volte la distanza media tra il nostro pianeta e la Luna.

Per l’occasione il Virtual Telescope Project, in collaborazione con Telescope Live, organizza un evento che trasmettiamo in diretta: a partire dalle ore 1 italiane del 27 maggio, con un primo collegamento dal Cile, e a partire dalle ore 15.

7335 (1989 JA) sta viaggiando ad una velocità di circa 76mila chilometri all’ora. L’asteroide rientra nella classe di oggetti chiamata Apollo, cioè quel gruppo di 15mila asteroidi circa che periodicamente incrociano l’orbita terrestre: 7335 (1989 JA), infatti, tornerà a passare vicino alla Terra nel 2055, ad una distanza ancora maggiore rispetto a quella attuale.

Un esempio di asteroide Apollo è quello esploso nel 2013 sopra la città di Čeljabinsk in Russia.

Il corpo celeste rientra anche negli oltre 29mila oggetti near-Earth (Neo): quegli asteroidi la cui rotta li porterà entro i 48 milioni di chilometri dal nostro pianeta, e che per questo motivo vengono costantemente sorvegliati dalla Nasa.