Apple: addio all’era degli iPod

This is the end. Apple ha deciso che non ci sarà più futuro per gli iPod. Stop alla produzione per i nuovi modelli, nel dettaglio il Touch di ultima generazione (che sarà possibile acquistare fino a esaurimento scorte). Il primo iPod venne presentato nel 2001 da Steve Jobs: il dispositivo ha avuto successo, perché ha cambiato la modalità di fruizione della musica. Adesso, al tempo dello streaming, la situazione è cambiata. E questo è anche comprensibile: 20 anni, nella tecnologia, rappresentano un’era geologica.

Greg Joswiak, senior vice-president worldwide marketing di Apple, ha reso un ultimo tributo alla storia del prodotto. E nello stesso tempo ha rimarcato come l’esperienza musicale, al momento, possa essere vissuta attraverso altri esemplari del colosso di Cupertino: iPhone, Apple Watch, HomePod mini e i computer Mac. Così Joswiak: “La musica è sempre stata parte integrante di Apple. E portarla a centinaia di milioni di utenti, come abbiamo fatto con l’iPod, ha avuto un impatto che ha scavalcato i confini dell’industria musicale, ridefinendo il modo con cui la musica viene scoperta, ascoltata e condivisa”. Dati alla mano, in più di 20 anni Apple di iPod ne ha venduti quasi 450 milioni. Queste le stime di Loup Ventures, società di venture capital che si occupa di tecnologia.