Ospite in passato anche presso la nostra redazione, l’ambasciatore Andrea Sing-Ying Lee interviene ai microfoni di Radio Radicale all’indomani della visita della speaker della Camera americana Nancy Pelosi a Taipei e la susseguente escalation di tensione nell’area con l’invio di mezzi militari cinesi per delle “esercitazioni” nello stretto. Intervistato da Michele Lembo, l’ambasciatore non nasconde la sua preoccupazione rispetto a una situazione tutta in divenire e che ha avuto e sta avendo tuttora altissimi momenti di tensione. Per Mosca “quella di Pelosi è una provocazione, legittimo per la Cina fare esercitazioni”. Per Blinken invece: “Siamo contro qualsiasi cambiamento allo status quo dell’isola”.

La Cina ha lanciato oggi 11 missili balistici Dongfeng (Df) nelle acque intorno a Taiwan nell’ambito delle esercitazioni militari iniziate in risposta alla visita sull’isola della Pelosi. Lo riferisce il ministero della Difesa di Taiwan, citato dall’agenzia ufficiale Central News Agency, precisando che i lanci sono avvenuti in diversi momenti. L’esercito di Taipei “ha colto immediatamente le dinamiche di lancio, attivato i relativi sistemi di Difesa e rafforzato la prontezza al combattimento”.