Assoeuro chiama a Bruxelles gli europrogettisti italiani

L’Associazione italiana europrogettisti – Eu project manager (Assoeuro), la prima associazione italiana di tutela professionale dell’europrogettista, iscritta nell’Elenco del Ministero dello Sviluppo economico, promuove un workshop dedicato agli obiettivi strategici, ai modelli e alle prospettive dell’Europrogettazione. Il workshop si terrà presso Bruxelles, capitale europea e sede della Commissione europea, dall’8 aprile al 10 aprile 2024. Il workshop si rivolge a tutti gli operatori che si occupano, sia direttamente che indirettamente, dei bandi Ue e di NextGenerationEu (Pnrr) con l’obiettivo di trasmettere le nuove skills utilizzate dalla Commissione europea per il biennio 2024-2025 e di formare alle nuove modalità per accedere ai finanziamenti europei. Il programma formativo prevede la presenza di docenti ed esperti nella progettazione e rendicontazione europea, con esperienza nell’europrogettazione 4.0.

Un’esperienza formativa importante per i professionisti, gli esperti di pubblica amministrazione, i giovani imprenditori, i tecnici e i decisori istituzionali che possono approfondire e comprendere le modalità volte ad ottenere un finanziamento europeo a gestione diretta, avvalendosi di strategie di medio periodo, il cui fulcro è l’agente di progetto. Grazie ad una sana e corretta formazione all’euro-progettazione, aziende ed istituzioni possono raccogliere un vantaggio competitivo rispetto alle altre aziende o istituzioni che operano nello spazio europeo. Inoltre, un europrogettista può aiutare le organizzazioni a identificare potenziali aree di crescita e d’investimento, nonché potenziali nuovi clienti e partner. In Italia alcuni programmi e bandi sono particolarmente conosciuti come il noto Erasmus + che promuove la cooperazione e la mobilità dei giovani, mirando a contrastare l’abbandono scolastico e incentivando la partecipazione civile dei giovani.

Un altro programma fondamentale è Cosme, il quale si pone l’obiettivo di supportare imprese e piccole-medio imprese in termini di competitività e sostenibilità. In termini ambientali, data la sempre maggior urgenza che sta acquisendo il tema, abbiamo il Programma Life, volto all’incentivare politiche di gestione e tutela dell’ambiente e del clima. L’obiettivo è quello di ottimizzare le opportunità provenienti dalla progettazione europea. Peraltro, in merito alla questione dei fondi inutilizzati possiamo analizzare i finanziamenti di Horizon 2020. Secondo le analisi degli esperti, nell’ambito di questa linea progettuale essere riusciti ad ottenere solo l’8,6 per cento dei fondi messi a disposizione. Sintomo questo di una mancanza di progetti presentati e di metodi di rendicontazione non adeguati o non soddisfacenti per gli standard richiesti dall’Unione europea. D’altronde, con l’intensificarsi della concorrenza nell’Unione Europea, l’europrogettazione diventerà sempre più importante per qualsiasi organizzazione che voglia avere successo.

Padroneggiare le competenze tecniche a essa legate può essere di grande beneficio sia per i professionisti che vogliono migliorare la propria posizione lavorativa che per le aziende e i privati alla ricerca di opportunità di crescita. Con il workshop lanciato a Bruxelles Assoeuro intende dare un nuovo e concreto contributo alla progettazione europea per gli operatori e i professionisti italiani. L’obiettivo di Assoeuro è quello di diffondere progetti e idee sulle opportunità dei finanziamenti europei e di accompagnare le pubbliche amministrazioni e le aziende, grazie al supporto di professionisti qualificati, verso una nuova programmazione a medio termine la quale, necessariamente, necessita di progettazione europea.

Aggiornato il 07 febbraio 2024 alle ore 10:38:53