Un nuovo risorgimento per la logistica e le attività produttive del basso casertano

Ottime notizie giungono dalla Campania e dal Comune di Maddaloni, con un risalto logistico e produttivo per tutto il basso casertano, grazie all’approvazione della variante al Pua - Piano Urbanistico Attuativo, che consente di aprire le porte agli imprenditori e agli innovatori che vogliono investire sul territorio e lungo l’ex statale 265 del territorio maddalonese. Il piano, particolarmente importante per l’intera realtà produttiva della Campania, consentirà di rilanciare le infrastrutture imprenditoriali nel Meridione italiano con una rinnovata ed efficace capacità di realizzazione di capannoni commerciali, capannoni industriali e per la logistica intermodale del territorio. Secondo le prime analisi degli esperti economici locali, si insidieranno sul territorio comunale di Maddaloni tra le 15 e le 30 aziende che potranno usufruire di una disponibilità infrastrutturale di ben 700.000 metri quadrati. Un nuovo strumento urbanistico oggetto di discussione e confronto da numerosi anni e che per la prima volta prende concretamente vita nella realtà del basso casertano. L’incarico per la redazione era stato affidato un decennio fa e la recentissima approvazione della variante al Piano Urbanistico Attuativo “riscrive le dinamiche economiche e commerciali del territorio, rilancia Andrea De Filippo, Sindaco del Comune di Maddaloni. L’approvazione del Piano Urbanistico Attuativo consente di rilanciare la produzione locale e recuperare la fiducia della cittadinanza nei confronti delle autorità politiche locali. Un’occasione anche per rimettere al centro dell’azione politica l’idea di far crescere nuove startup innovative create da giovani del territorio per rilanciare l’occupazione nei territori di appartenenza.

Nell’ottica di una visione produttiva ed economica sostenibile, le dinamiche instauratesi localmente aiutano a lavorare alla stesura di una città economicamente ospitale, prospera, creativa, in grado di offrire una buona qualità di servizi alle imprese e agli imprenditori, consentendo loro di vivere attivamente i vari aspetti della vita economica e produttiva. Nel casertano diviene essenziale mirare alla realizzazione di città, zone e distretti industriali sostenibili dal punto di vista energetico e ambientale, un’attenzione continua alla vita degli abitanti del territorio, per la tipologia di servizi offerti dalle amministrazioni comunali, per la partecipazione sociale alla gestione delle attività imprenditoriali, per l’efficienza delle infrastrutture di telecomunicazione e comunicazione e grazie alle mille opportunità che l’Ict e l’innovazione tecnologica possono apportare alle imprese e al tessuto produttivo casertano e campano.

Aggiornato il 02 febbraio 2023 alle ore 11:51:25