L’inflazione riparte spinta dai consumi ma i banchieri centrali sperano in un “fuoco di paglia” e intanto pensano ad un graduale taglio del “Quantitative easing” (Qe, “alleggerimento quantitativo”), cioè di acquisto di titoli di Stato e di altro tipo dalle banche per immettere nuovo denaro nell’economia europea.