Burkina Faso, commando in una chiesa protestante: 14 morti

Attacco in una chiesa protestante in Burkina Faso. Il bilancio è drammatico: 14 morti, tra cui diversi bambini. Sono numerosi i feriti. L’attentato si è consumato ad Hantoukoura, in una zona che già in passato è stata scelta come obiettivo da parte di gruppi terroristici legati ad Al Qaeda e all’Isis. Secondo la stampa e le tivù internazionali, tra le vittime dell’attacco ci sarebbero anche diversi bambini.

Il governatorato della regione di Fada N’Gourma ha confermato che si tratta di “una chiesa protestante di Hantoukoura, nel dipartimento di Foutouri, al confine con il Niger, provincia di Komondjarie, è stata vittima di un attacco mortale perpetrato da uomini armati non identificati”.

Secondo una fonte della sicurezza, l’attacco “avvenuto intorno alle 12 è stato perpetrato da una dozzina di persone pesantemente armate, che hanno giustiziato i fedeli, inclusi il pastore della chiesa e alcuni bambini”. Ma altre fonti sostengono che i morti sono “tutti maschi, e una operazione di rastrellamento è stata lanciata per trovare le tracce degli aggressori che sono fuggiti a bordo di motociclette”.

Gli attacchi attribuiti a gruppi jihadisti contro chiese cristiane o chierici sono aumentati in Burkina Faso. Il 26 maggio quattro fedeli sono stati uccisi in un attacco contro una chiesa cattolica a Toulfe e il 13 maggio altri quattro cattolici erano stati uccisi durante una processione religiosa in onore della Vergine Maria a Zimtenga. Il giorno prima, sei persone, tra cui un sacerdote, erano state uccise durante una messa in una chiesa cattolica a Dablo, mentre il 29 aprile 6 persone erano state uccise nell’attacco a una chiesa protestante a Silgadji.