Inps: quasi 300mila artigiani in meno dal 2010

Prosegue la diminuzione dei lavoratori artigiani che nel 2019 risultavano essere 1.620.000, quasi 300mila in meno rispetto ai 1.913.000 registrati nel 2010.

Lo si legge nell’Osservatorio Inps sul lavoro autonomo che sottolinea come rispetto al 2018 il calo sia stato dell’1,1 per cento. C’è una marcata prevalenza di titolari che con 1.499.853 unità costituiscono il 92,5 per cento del totale degli iscritti alla gestione. I maschi costituiscono il il 78,9 per cento degli artigiani. In Lombardia si concentra la maggior parte degli artigiani con 299.640 iscritti (18,5%), seguono l’Emilia-Romagna con 168.595 iscritti (10,4%), il Veneto con 167.195 iscritti (10,3%), e il Piemonte con 150.139 iscritti (9,3%).

Tra gli artigiani, la classe di età tra i 50 e i 59 anni è quella con maggior frequenza, pari al 31,2 per cento, seguita dalla classe 40-49 anni (29%), gli ultrasessantenni sono il 18,4 per cento e solo il 5,4 per cento ha meno di 30 anni di età.