PoK, il supporto digitale per una didattica di qualità

Il distanziamento sociale e le lezioni a distanza hanno inaugurato una nuova era nel mondo della didattica. Dalla scuola studenti e genitori pretendono rigore scientifico, chiarezza di linguaggio e design moderno per un accesso veloce e conveniente a contenuti educativi di alto livello. Non solo. Si chiedono programmi di studio completi e aderenti alle indicazioni nazionali del ministero dell’Istruzione. Per queste ragioni è nata l’innovativa piattaforma online PoK, acronimo di “Power of Knowledge”, espressione inglese che riassume al meglio filosofia e mission del progetto: offrire a tutti un accesso veloce e conveniente a contenuti educativi di qualità, perché – come già sapevano filosofi come Bacone e Hobbes – la conoscenza è potere. Tredici le discipline da esplorare: biologia, chimica, divina commedia, filosofia, fisica, letteratura greca, letteratura italiana, letteratura latina, lingua greca, lingua latina, matematica, scienze della terra, storia. I contenuti sono elaborati da docenti ed esperti provenienti dalle migliori università del mondo: Scuola Normale Superiore di Pisa, University of Cambridge, University of Oxford, University of the Arts London, Centro sperimentale di animazione.

PoK è una scuola digitale per i licei e gli istituti secondari di secondo grado italiani e il sito (pokscuoladigitale.it) è un’applicazione web e mobile rivolta a scuole, insegnanti e studenti. Un progetto di scuola digitale completo e moderno (già utilizzato da migliaia di studenti e insegnanti), che può rappresentare un valido supporto per far appassionare i ragazzi all’apprendimento, facilitare il lavoro dei docenti e migliorare la qualità dell’insegnamento. L’obiettivo è dunque contribuire alla digitalizzazione dell’istruzione (Piano nazionale scuola digitale) e fornire un valido supporto per colmare il performance gap, sia tra Italia ed estero che tra Regioni italiane, anche grazie a un’offerta personalizzata: abbonamenti per singola materia o pacchetto completo, differenziati inoltre per studenti, insegnanti e scuole, con la possibilità di effettuare anche prove gratuite. Federica Della Grotta, docente di filosofia e program manager della piattaforma digitale, sostiene che con PoK si è voluto “offrire il meglio della didattica digitale. Credo fortemente che PoK sia quell’elemento che mancava nel panorama della didattica online in Italia. E in questo momento così particolare per la comunità scolastica, alle prese con la delicata riapertura delle scuole, speriamo davvero di poter essere d’aiuto ai 3 milioni di studenti e insegnanti delle superiori”.

L’utilizzo di PoK permette il raggiungimento di specifici benefici, a seconda che a fruire della piattaforma digitale siano studenti, insegnanti o scuole. Nel primo caso: metodo di studio su misura per nativi digitali; lezioni interattive e coinvolgenti; possibilità di studiare ovunque senza il peso dei libri; rapida comprensione e memorizzazione degli argomenti scientifici grazie alla possibilità di visualizzare immediatamente i concetti nei video; verifica dell’apprendimento con quiz interattivi; ripasso in maniera efficace con le mappe concettuali; accesso inclusivo a un’istruzione di qualità per tutti gli studenti.