L’Opinione risponde: cellulite e fitoterapia

La signora Franca da Genova scrive alla rubrica L’Opinione Risponde (lettere@opinione.it) perché da qualche tempo si è formata della cellulite nella parte inferiore del corpo, in particolare sulle cosce. Il suo medico le ha consigliato di fare tanto sport per riattivare la circolazione, e di bere moltissima acqua. La signora vorrebbe integrare quanto prescritto dal dottore con dei farmaci fitoterapici.

A tal proposito abbiamo contattato il dottor Alfonso Spezzano, farmacista, che cosi risponde alla lettrice: “Buongiorno signora Franca, esistono per fortuna tantissimi rimedi fitoterapici privi di controindicazioni che le permetteranno di ridurre il problema della cellulite, se correttamente utilizzati. Alcuni sono indicati sotto forma di tisane, altri sono più indicati come tinture madri o gemmoderivati. Per quanto riguarda le tisane, si consiglia: il finocchio (Foeniculum vulgare), da utilizzare, sotto forma di decotto, due volte al giorno dopo i pasti, le foglie di vite rossa (Vitis vinifera), che hanno azione vasoprotettrice, oppure l’Orthosiphon (Ortosiphon stamineus), sempre sotto forma di infuso, due volte al giorno lontano dai pasti. Tra le tinture madri, posso consigliare di fare un ciclo di due mesi con la centella asiatica, 60 gocce in poca acqua, con la pilosella, in alternativa il mirtillo nero (Vaccinium myrtillus) oppure con la bardana (Arctium lappa). Tra i gemmoderivati da assumere sempre in gocce, consiglio l’uso della betula verruca linfa oppure la castanea vesca che aiuta a migliorare la circolazione”.