Gianotti riconfermata alla guida del Cern

Fabiola Gianotti è stata riconfermata direttrice generale del Cern di Ginevra, uno dei più importanti laboratori di fisica al mondo. Lo ha annunciato il Cern in un tweet. È la prima volta di una riconferma, non prevista finora nello statuto del Cern. Nata a Roma 59 anni fa, la Gianotti ha studiato a Milano ed è stata fra i protagonisti della scoperta del Bosone di Higgs. Una scoperta premiata con il Nobel per la Fisica nel 2013 ai fisici Peter Higgs e Francois Englert.

Fabiola Gianotti è la “persona giusta per guidare il futuro del Cern, la sua conferma è un riconoscimento al valore della scuola italiana di fisica”: così il presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) Antonio Zoccoli. Tanti gli italiani, che al Cern sono uno dei gruppi più numerosi, oltre 1.800 su un totale di circa 12mila persone, in gran parte provenienti dall’Infn che finanzia e coordina la partecipazione agli esperimenti.

“Gianotti – continua Zoccoli – è la persona giusta per le future scelte che attendono il Cern, chiamato nei prossimi anni a decidere quale sarà il suo futuro, su quale macchina puntare dopo l’Lhc”, Lhc è in questo momento spento per migliorarne le prestazioni. In attesa della sua riaccensione, nella seconda metà del 2020, i fisici stanno già discutendo del suo successore. Per Zoccoli, “potrebbe essere una macchina circolare di 100 chilometri, capace di arrivare a un’energia circa 10 volte maggiore di Lhc. Oppure una macchina lineare. Dovrà aiutarci - ha concluso - ad andare oltre il modello standard”, la teoria che descrive il mondo fatto di atomi e particelle.