A Radio Radicale il Premio “Giornalismo e Informazione Giudiziaria Massimo Bordin” 2019

Il premio sarà consegnato domani a Rimini al direttore di Radio Radicale Alessio Falconio, nel corso dell’Open Day dell’Unione Camere Penali Italiane, alla presenza del figlio di Massimo Bordin, Pier Paolo, e della compagna Daniela Preziosi. Pubblichiamo la motivazione della Giuria:

“Da oltre quarant’anni Radio Radicale rappresenta un imprescindibile punto di riferimento per chiunque intenda occuparsi dei temi della giustizia. Rubriche, spazi, approfondimenti condotti con competenza e sapere sono luoghi trasversalmente riconosciuti del confronto laico e democratico. Radio Radicale ha consentito e consente a centinaia di migliaia di persone di accedere alla corretta informazione giudiziaria attraverso l’integrale trasmissione dei dibattimenti penali senza filtri né interpretazioni, abituandogli ascoltatori alle tecniche del contraddittorio e alla centralità del processo rispetto alla unilateralità delle storie di accusa. La radio ha svolto in questo lungo periodo l’essenziale ruolo di servizio pubblico riportando gli eventi istituzionali e politici, così offrendo a tutti un’informazione obiettiva e indipendente. L’archivio di Radio Radicale è memoria storica dell’Italia repubblicana. L’attribuzione del Premio è il riconoscimento della capacità e bravura nel fare giornalismo democratico a quanti in essa prestano la propria opera. Oggi che nuovi populismi e cattive coscienze brigano per chiuderla, il Premio è anche un modo per sottolineare l’irrinunciabile ruolo del lavoro di Radio Radicale che permette a ciascuno di “conoscere per deliberare”.