Terremoto, scossa di 3,8 tra Reggio Calabria e Vibo

Una scossa di magnitudo 3.8 si è registrata ieri notte in provincia di Reggio Calabria. Il terremoto, per fortuna senza conseguenze, è avvenuto a 3 chilometri da San Pietro di Caridà. È quanto riferisce l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. L’Ingv sostiene che il sisma si è verificato ad una profondità di 10 chilometri. I comuni più vicini all’epicentro sono Serrata (Reggio Calabria) e Dinami (Vibo Valentia) a 4 chilometri. Ma nel raggio dell’epicentro ricadono diversi comuni, tra i quali oltre Gerocarne, in provincia di Vibo Valentia, e Serrata, Candidoni, Galatro, Laureana di Borrello, Giffone, Feroleto della Chiesa, Maropati e Polistena nel Reggino.

La scossa è stata seguita due minuti dopo da una replica di magnitudo 2.3. I vigili del fuoco su Twitter, in un aggiornamento di stamattina, hanno segnalato che alle sale operative non sono arrivate segnalazioni di danni dopo la scossa. Il Dipartimento di protezione civile ha scritto su Twitter che la “sala situazione Italia è in contatto con le strutture di protezione civile sul territorio. Il terremoto avvertito dalla popolazione, dalle verifiche non risultano feriti né danni”.