L’addio di Laura Ravetto è quello che ha ferito di più Silvio Berlusconi. Maurizio Carrara è l’ex che ha ricevuto i commenti più sferzanti dai colleghi di partito. Poi c’è Federica Zanella, che su Facebook si presenta ancora come “deputato di Forza Italia”, ma nella foto del profilo ha già messo il simbolo della Lega.

I tre parlamentari sono passati dagli azzurri alla Lega di Matteo Salvini: “Ringraziamo Berlusconi”, hanno scritto nella loro lettera d’addio, ma “viviamo con disagio le sempre più ampie aperture al Governo e gli ammiccamenti con il Partito Democratico”.

Laura Ravetto era considerata una super-berlusconiana. Prima di tutto perché è stata un volto – anche televisivo – di Forza Italia. E poi perché ha alle spalle ruoli di governo. È una parlamentare di lungo corso: eletta la prima volta alla Camera dei deputati nel 2006, è stata sottosegretario ai Rapporti col Parlamento nel Berlusconi IV. Anche per i suoi duelli accesi in tv, è sempre stata considerata una “pasionaria” azzurra. Da buon personaggio politico e da buona frequentatrice dei social, ogni tanto ha lasciato filtrare anche tracce della vita privata. Con Walter Veltroni cerimoniere, nel 2016 ha sposato un “avversario”, l’ex parlamentare Pd Dario Ginefra, da cui ha avuto una figlia, Clarissa Delfina. L’ultima immagine del profilo Twitter della ex azzurra ora leghista è recentissima. Ci sono lei e Salvini sorridenti, con un commento: “Da oggi comincia una nuova sfida politica”.

Prima di arrivare alla Camera, Federica Zanella è stata presidente del Corecom lombardo. E’ una giornalista, deputata alla prima legislatura: della sua attività a Montecitorio, hanno fatto parlare un emendamento “animalista” contro le botticelle e le proposte contro il revenge porn. Anche Maurizio Carrara, toscano di Pistoia, classe 1974, è un neo parlamentare. Sul suo sito si presenta così: “Sono proprietario di Cartiere Carrara, leader europeo nel settore Tissue. L’azienda fu fondata da mio padre Mario, un grande imprenditore, Cavaliere del Lavoro”.

La collega azzurra e conterranea, Enrica Mazzetti, non ha preso bene la sua uscita dal partito: “Spiace sempre quando un collega lascia la grande comunità di Forza Italia anche se da pochi anni lui ne faceva parte ma non mi meraviglio della scelta. Mesi fa già voleva andare con il movimento di Carlo Calenda”.

Chi gli è vicino, parla di un Berlusconi deluso e amareggiato. Per i tre ex non ci sono “in bocca al lupo”. “Chi ha lasciato FI – dice sempre il presidente – non ha mai avuto fortuna”.