Governo, la partita è chiusa: 32 sottosegretari e 10 viceministri

Fumata bianca. La lista è pronta. Sono 32 i sottosegretari e 10 i viceministri. Ieri Giuseppe Conte non aveva nascosto la propria irritazione per il ritardo nell’individuazione dei nomi. Stamattina, nel corso dell’incontro a Palazzo Chigi tra il premier e le delegazioni di M5s e Pd si è trovata la quadra. Naturalmente, la maggioranza è appannaggio dei pentastellati con 21 esponenti, 18 per il Pd, due per Leu, uno al Maie. I viceministri sono 6 in quota cinque stelle, 4 per i dem.

Per quanto riguarda i viceministri, all’Economia vanno Antonio Misiani per il Pd e Laura Castelli per il M5s. Stefano Buffagni (M5s) è il nuovo viceministro allo Sviluppo economico. Marina Sereni (Pd) e Emanuela Del Re (M5s) sono viceministri agli Esteri. Gli altri viceministri sono il siciliano grillino Giancarlo Cancelleri alle Infrastrutture e il cinque stelle Pierpaolo Sileri alla Salute, mentre la dem Anna Ascani va all’Istruzione. I viceministri all’Interno sono Matteo Mauri (Pd) e Vito Crimi (M5s), che era sottosegretario alla presidenza del Consiglio, con delega all’Editoria.

A proposito dei sottosegretari, la prima novità riguarda proprio l’importante delega all’Editoria, che va ad Andrea Martella, coordinatore della segreteria del Pd. L’altro sottosegretario alla presidenza del Consiglio è Mario Turco (M5s), alla Programmazione economica e Investimenti. Sottosegretari ai rapporti con il Parlamento sono la dem renziana Simona Malpezzi, e Gianluca Castaldi (M5s). Agli Esteri vanno Ivan Scalfarotto (Pd), il riconfermato Manlio Di Stefano (M5s) e Riccardo Merlo (Maie). I sottosegretari all’Interno sono il riconfermato Carlo Sibilia (M5s) e Achille Variati (Pd).

Alla Giustizia, un’altra riconferma grillina, Antonio Ferraresi e Andrea Giorgis (Pd). Agli Affari europei Laura Agea (M5s). Alla Difesa: Angelo Tofalo (M5s, già sottosegretario nel governo gialloverde) e Giulio Calvisi (Pd).  All’Economia Alessio Villarosa (M5s), Pierpaolo Baretta (Pd) e Cecilia Guerra (Leu). Allo Sviluppo economico i grillini Alessandra Todde e Mirella Liuzzi, l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Lazio Gianpaolo Manzella (Pd) e la renziana Alessia Morani. Alle Politiche agricole: Giuseppe L’Abbate (M5s). All’ambiente: Roberto Morassut.  Alle Infrastrutture Roberto Traversi (M5s) e Salvatore Margiotta (Pd). Al Lavoro: Stanislao Di Piazza (M5s) e Francesca Puglisi (Pd). All’Istruzione Lucia Azzolina e Giuseppe De Cristofaro (Leu). Alla Cultura: Anna Laura Orrico (M5s) e Lorenza Bonaccorsi (Pd, con delega al Turismo). La prodiana Sandra Zampa va alla Salute.