Salvini dagli Usa: “Faremo Flat tax, Ue se ne farà una ragione”

Matteo Salvini, da Washington, detta la linea del governo gialloverde. Il vicepremier leghista sostiene, ancora una volta, la volontà di realizzare la Flat tax: “Possiamo decidere come modularla negli anni, ma un taglio delle tasse ci deve essere assolutamente. Convinceremo la Ue con i numeri, la cortesia, altrimenti le tasse le taglieremo lo stesso, e la Ue se ne farà una ragione. Faccio parte di un governo che in Europa non si accontenta più delle briciole”.

È questo il messaggio che il ministro dell’Interno vuole dare a Donald Trump. Salvini ha ribadito che ragionerà “anche dei problemi che si stanno vivendo all’interno dell’Ue”. Parlando con la stampa, il leader del Carroccio ha detto che “l’Italia vuole tornare a essere nel continente europeo il primo partner della più grande democrazia occidentale. Quello che dirò è che altri paesi europei hanno preso un’altra strada, mentre noi ci siamo”.

Il vicepremier leghista è stato ricevuto dal segretario di Stato americano Mike Pompeo. È questo il primo appuntamento della visita del vicepremier negli Stati Uniti. Nel pomeriggio l’incontro con il vice presidente Mike Pence.

Intanto, il premier Giuseppe Conte, a margine del salone aeronautico di Le Bourget, alle porte di Parigi, spedisce un messaggio distensivo a Salvini. “Il clima di rinnovata fiducia e di dialogo. Ho sentito anche il vicepremier Salvini prima della sua partenza” per gli Stati Uniti.