Imprese chiuse: M5s e Lega creano lo stato di polizia per gli italiani

In Italia producono in pochi e quei pochi che ancora producono sono tempestati di cause legali e procedimenti da parte dei giudici e degli impiegati pubblici di “controllo”. Con l’ultimo provvedimento di legge, 5 stelle e Lega hanno approvato e dato vita allo stato di polizia. Se, infatti, la Guardia di finanza avrà il sospetto, ripeto il sospetto, che un ente o un’impresa non siano in regola con il fisco, potrà bloccare i mezzi produttivi e i conti dell’impresa e del professionista, di fatto “suicidandolo”.

Vale a dire, impedendogli di produrre e mantenere in vita la propria attività. In buona sostanza, siamo allo stato di controllo e di polizia dei Paesi comunisti e statalisti sovietici. Il governo 5 stelle, con l’accordo della Lega, ci vuole tutti fermi, inattivi e improduttivi. Possibilmente in galera. Con strade e fabbriche deserte, gireranno solo i giudici, i poliziotti e la finanza pubblica, a nostre spese. Si salvi chi può. Buona fortuna.