Tav, per Conte “il governo non rischia”

Giuseppe Conte interviene personalmente sulla questione Tav. Il premier ha parlato alla stampa dopo il vertice di governo. “Siamo – ha detto – in dirittura d’arrivo, nel percorso finale, quello politico. Oggi c’è stata la prima riunione politica, abbiamo iniziato l’analisi costi benefici. Domani sera alle 20,30, riunione con i tecnici a oltranza. Credo si arriverà ad una scelta entro venerdì. Siccome prenderemo la scelta migliore per i cittadini, ovviamente il governo non rischia. Mi batterò perché non sia trascurato alcun aspetto per una decisione corretta”.

Conte sta provando a mediare tra le differenti prospettive grillo-leghiste. “Rispetto le posizioni della Lega e del M5s – ha sottolineato Conte – ma sarò garante che queste posizioni pregiudiziali non pesino sul tavolo. Partiremo dall’analisi costi-benefici. Posso garantire che prenderemo una decisione per tutelare l’interesse nazionale. In questa fase non ci sarà nessuna interlocuzione con la Francia”.

Il capogruppo della Lega alla Camera Riccardo Molinari plaude all’iniziativa del premier. “Stiamo lavorando – ha chiarito – per la soluzione migliore partendo da dati oggettivi. La soluzione è nelle mani del presidente Conte, le posizioni di partenza sono note. Siamo fiduciosi che si risolverà tutto per il meglio”.

Ma l’opposizione non ci sta e va all’attacco del governo gialloverde. Secondo il neosegretario del Pd Nicola Zingaretti, “siamo di fronte all’arroganza di una maggioranza parlamentare che, per gestire il potere, non vuole ammettere di non essere portatrice di una visione del futuro dell’Italia. Ci sta rendendo ridicoli e paghiamo un costo enorme come sistema Paese. Se non sono capaci si dimettano”.

Interviene su Twitter Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia. “Il governo riunito in conclave sulla Tav – twitta la Carfagna – mentre i terremotati aspettano, l’Istat conferma la recessione tecnica e la disoccupazione giovanile aumenta. Va bene che è martedì grasso, ma la sfilata delle mascherine la fanno i bambini”.