Nasce Polium One: la console per gli Nft

Degli appassionati dei videogiochi e tecnologia, i padri fondatori della Polium, hanno annunciato l’arrivo nel 2024 di una console basata sugli Nft (che sta per non-fungible token, ovvero delle opere d'arte virtuali) e una rete di blockchain. Si chiamerà Polium One, e avrà integrato sul gamepad un lettore di impronte digitali, simile al TouchID di Apple e dei derivati Android, per autorizzare l’acquisto di beni e di opere digitali in Nft. Seguendo il trend del momento, gli sviluppatori dano così la possibilità agli utenti di “arredare” il proprio spazio virtuale con artefatti virtuali di diverso tipo.

C’è ovviamente la possibilità di preordinare Polium One, attraverso l’acquisto di un Nft chiamato Polium Pass, presente sulla rete Ethereum. La disponibilità sarà di 10mila copie. Nessuna informazione tecnica sul prodotto, se non che potrà riprodurre giochi in 8K Hdr a 120 frame per secondo (fps) e ray tracing, ossia al pari delle concorrenti di Microsoft (Xbox series) e Sony (Playstation 5). Inutile dire che l’annuncio di questa nuova console ha diviso il mondo del videogioco. C’è chi non è convinto della potenzialità degli Nft a scopo ludico, per loro il mercato non è ancora pronto e la scelta di lanciare un prodotto del genere sarebbe prematura. C’è perfino chi grida al plagio: il logo di Polium One infatti sembra una versione capovolta del marchio del GameCube, famosissima piattaforma prodotta da Nintendo nel 2000.

“Abbiamo esperienza nello sviluppo hardware e software. Attualmente stiamo lavorando all’alimentazione per la scheda della console. Dovremmo avere un prototipo funzionale entro novembre o prima. Lo mostreremo in diretta su YouTube e dimostreremo che la console può eseguire giochi su blockchain realizzati con linguaggi di programmazione diversi. Una volta che avremo un prototipo funzionale, avvieremo la produzione di massa”, hanno spiegato da Polium.