Huawei è leader mondiale di smartphone

Il soprasso si è consumato. Huawei ha superato Samsung. Nel secondo trimestre del 2020, il colosso della telefonia cinese è diventato il leader mondiale per le vendite di smartphone. È questa la stima operata da Canalys, società di analisi specializzata nel settore tecnologico. Nonostante le pesanti sanzioni statunitensi a suo carico, il gruppo delle tlc di Shenzhen ha consegnato 55,8 milioni di dispositivi, a fronte dei 53,7 milioni di pezzi della rivale sudcoreana. Il sorpasso, secondo l’esame dei dati, è avvenuto grazie al rimbalzo dei consumi in Cina dopo il blocco causato dalla pandemia del Covid-19, ma pur sempre in frenata: nel confronto con aprile-giugno 2019, Huawei ha segnato un calo del 5 per cento delle consegne, mentre Samsung ne ha accusato uno addirittura del 30 per cento, secondo le stime di Canalys. Si tratta tuttavia del primo trimestre in nove anni in cui un marchio diverso da Apple o Samsung diventa leader di mercato.

Secondo Ben Stanton, analista senior di Canalys, si tratta di “un risultato rimarchevole che poche persone avrebbero potuto immaginare un anno fa. Se non fosse stato per il Covid-19, tutto questo non si sarebbe verificato. Huawei ha sfruttato appieno il vantaggio della ripresa economica cinese per riavviare il suo settore degli smartphone”. Le consegne all’estero, infatti, sono crollate del 27 per cento anno nel secondo trimestre, a fronte del rialzo dell’8 per cento di quelle domestiche, confermando che la crescita è alimentata dalla posizione dominante sul mercato cinese.