Apple pensa al rinvio del lancio di iPhone 12

A causa del coronavirus, Apple starebbe valutando la possibilità di rinviare di qualche mese il lancio dell’iPhone 12 - il suo primo iPhone 5G - atteso a settembre. Questa, almeno, è la tesi del periodico economico Nikkei Asian Review, che cita fonti interne ad Apple a conoscenza della situazione.

La compagnia californiana sarebbe preoccupata dell’impatto dell’epidemia sia sui piani di produzione, sia sulla domanda. A parte i problemi nella catena produttiva, “Apple teme che la situazione attuale possa ridurre in modo significativo il desiderio dei consumatori di aggiornare i loro telefoni, il che potrebbe portare a una ricezione tiepida del primo iPhone 5G”, mentre l’azienda “ha bisogno che il primo iPhone 5G sia un successo”, ha spiegato una fonte.

Il calo delle vendite di smartphone generato dal Covid-19, infatti, ha già iniziato a manifestarsi. A febbraio, secondo i dati di Counterpoint Research riportati da Reuters, le vendite mondiali di smartphone sono diminuite del 14 per cento. In Cina, dove il mese scorso Apple e altri produttori hanno abbassato le saracinesche dei negozi, il calo è stato ancora più marcato: -38 per cento. In questo quadro Apple starebbe monitorando l’epidemia in Usa ed Europa, due mercati che insieme rappresentano oltre la metà delle vendite di iPhone. La decisione finale sull’eventuale rinvio - riporta ancora la testata giapponese - sarà presa al più tardi entro maggio.