Malta e la rincorsa alle rinnovabili

L’energia e la sostenibilità sono tra gli obiettivi politici ed economici delle istituzioni di Malta. L’isola, ubicata nel cuore del Mediterraneo, segna una nuova vittoria riuscendo a concretizzare nuove visioni energetiche e legate ai punti dell’Agenda 20-30 delle Nazioni Unite. È stato recentemente installato l’impianto fotovoltaico da 2.4 MW, destinato a immettere in rete circa 3.850 MWh l’anno per soddisfare il fabbisogno energetico dei cittadini dell’isola.

Cosa ha generato tale impianto per le politiche energetiche dell’Isola?

Malta vola verso il raggiungimento dell’obiettivo di produrre i 10% dell’energia dell’isola da fonti rinnovabili. Realizzato in soli 2 mesi, da ottobre a dicembre 2019, l’impianto è stato connesso alla rete e messo in funzione a metà febbraio. Il progetto energetico è stato finanziato con gli incentivi del governo per conseguire gli obiettivi di Europa 2020, finalizzati per l’implementazione e lo sviluppo di una strategia per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva anche attraverso il ricorso a fonti rinnovabili. “Si tratta di uno dei più grandi impianti costruiti sull’isola” – ha commentato l’Ing. Antonio Vallardi, Export Manager di MyEnergy, la società che, in collaborazione con SMA, ha curato la progettazione e l’installazione dell’impianto – “Malta è caratterizzata da più di 300 giorni di sole l’anno e un sistema fotovoltaico risulta essere la scelta ottimale per produrre energia 100% rinnovabile. L’impianto, infatti, sarà in grado di ridurre le emissioni di CO2 di circa 1.463 tonnellate l’anno, rispetto alla tradizionale erogazione di energia prelevata dalla rete”.

Malta è risultata essere la soluzione più affidabile per realizzare grandi progetti con la massima facilità, come spiega l’Ing. Vallardi: “L’impianto è situato nei pressi della costa, area caratterizzata da forti venti e molta salsedine. Con queste condizioni avevamo bisogno di una soluzione affidabile, di materiali di qualità e della garanzia SMA. Non a caso abbiamo esteso la normale garanzia degli inverter a l’intera durata dell’impianto, a 20 anni”. La tecnologia adottata è quella di SMA PEAK3, la soluuzione più affidabile per realizzare grandi progetti con la massima facilità. Il risultato di tale tecnologia è la riduzione dei costi di trasporto e una maggiore facilità di installazione. Come ribadito dal Portale di Approfondimento “Malta Business”: “PEAK3 di SMA consente la realizzazione di grandi progetti con la massima facilità, concentrandosi sugli aspetti più importanti per un EPC contractor: massima resa e disponibilità dell’impianto. La soluzione di sistema PEAK3 combina i vantaggi di una configurazione di sistema decentralizzata con quelli offerti da un inverter centrale. Grazie all’approccio modulare, i progetti risultano scalabili in termini sia di potenza sia di funzionalità. Tutti questi aspetti garantiscono la massima flessibilità nella progettazione dell’impianto”.

Malta punta a divenire un hub energetico e della sostenibilità al centro del Mediterraneo.