Exit-poll Germania: cala la Cdu, l’Afd al 27,5 per cento

Secondo gli Exit-poll, la Cdu tiene, Alternative fur Deutschland (Afd) vola al 27 per cento. Nelle elezioni regionali in Germania, la formazione politica della cancelliera Angela Merkel, pur registrando un calo di 7,4 punti percentuali, si conferma primo partito con il 32 per cento. Ma il dato sorprendente riguarda il successo dell’ultra destra dell’Afd, che arriva al 27,5 per cento, con un aumento di 17,8 punti. Si tratta ancora di exit-poll pubblicati dal primo canale pubblico tedesco Ard per le elezioni regionali in Sassonia, uno dei Laender dell’est della Germania, in cui si è votato ieri.

Per quanto riguarda le elezioni regionali in Brandeburgo, i socialdemocratici della Spd, in calo di 4,4 punti, si confermano primo partito con il 27,5 per cento dei voti e i dell’Afd arrivano al 22,5 per cento, con un aumento di 10 punti, ma fallendo il sorpasso e anche il testa a testa, sempre secondo quanto prevedono gli exit-poll.

Il successo dell’Afd ha fatto scattare di nuovo l’allarme nella comunità ebraica locale. Secondo Charlotte Knobloch, presidente della comunità israelitica di Monaco, “i risultati nelle elezioni in Sassonia e in Brandeburgo fanno paura. È scioccante che un partito come l’Afd, che è apertamente di destra radicale, antidemocratica e che molto spesso si mostra anche come antisemita, abbia risultati così forti”.