Siria: raid aereo su base militare turca

Una postazione militare turca in Siria è stata colpita oggi da un raid aereo attribuito all'aviazione governativa siriana nella regione nord-occidentale di Idlib. Lo riferiscono media siriani e fonti concordanti sul terreno, secondo cui l'attacco è avvenuto stamani contro la base militare turca di Shir al Maghar, tra Hama e Idlib. Secondo fonti locali non ci sono vittime tra i militari turchi. L'avamposto turco era già stato preso di mira una prima volta dall'artiglieria di Damasco alcune settimane fa. Se confermato, questo attacco è il primo da parte di caccia governativi siriani.

L'attacco segue di poche ore l'incontro avvenuto ieri vicino Mosca tra il presidente russo Vladimir Putin e il suo collega turco Tayyep Recep Erdogan. La Russia sostiene il governo siriano e mantiene truppe in Siria, vicino alla linea del fronte tra Hama e Idlib, dove è in corso una battaglia tra lealisti e insorti, sostenuti anche dalla Turchia, per il controllo della regione di Idlib. Ieri era cominciata la controffensiva degli insorti contro le linee del governo siriano, che nei giorni scorsi era avanzato fino a prendere la cittadina chiave di Khan Shaykhun, e circondando di fatto un'altra base militare turca, quella di Morek.