Usa, Trump: “Sarà Scalia il nuovo ministro del Lavoro”

Donald Trump ha scelto il nuovo ministro del Lavoro. Sarà Eugene Scalia, figlio dell’ex giudice della Corte Suprema Antonin Scalia. Eugene è partner di Gibson, Dunn e Crutcher a Washington. Il neo ministro prenderà il posto dell’anziano procuratore federale Alexander Acosta, finito nella bufera dopo lo scandalo Jeffrey Epstein, il finanziere miliardario arrestato per violenze su minorenni. Nel 2008, quando era procuratore, Acosta chiuse in fretta un’indagine su Epstein patteggiando una pena di soli 13 mesi.

“È con piacere – twittato il presidente americano – che annuncio che è mia intenzione nominare Eugene Scalia come nuovo ministro del Lavoro. Sarà un grande componente di questa amministrazione che in due anni e mezzo ha fatto più di qualsiasi amministrazione nella storia”. Il tycoon descrive Scalia come un legale di successo e molto stimato.

Trump chiama affettuosamente il nuovo ministro “Gene”. “Ha condotto una vita di grande successo nel campo legale e lavorativo – ha spiegato il presidente – ed è molto rispettato non solo come avvocato, ma ha anche una vasta esperienza di interazione con il mondo del lavoro e con tutti”.

Scalia ha già lavorato al ministero del Lavoro come avvocato e ha rappresentato l’ex presidente George W. Bush contro Al Gore, nella disputa sulle elezioni presidenziali del 2000, quando vennero ricontate le schede in Florida.