Usa, si dimette l’ambasciatrice Onu Nikki Haley

L’ambasciatrice Usa presso le Nazioni unite, Nikki Haley, ha rassegnato le sue dimissioni. “Haley mi aveva detto sei mesi fa che, dopo un anno o due di lavoro, avrebbe chiesto di avere del tempo per sé”, ha spiegato il presidente Donald Trump, annunciando le dimissioni nello Studio Ovale.

Haley, ex governatrice del South Carolina, era ambasciatrice Usa all’Onu da gennaio del 2017. Secondo il sito Axios, Haley aveva discusso delle sue dimissioni con Trump la scorsa settimana. In un intervento a settembre sul Washington Post aveva preso le difese del presidente dopo l’editoriale anonimo pubblicato sul New York Times in cui un membro dell’amministrazione sosteneva che alla Casa Bianca ci fossero persone coraggiose che provavano a limitare i danni del presidente. “Non sono d’accordo con il presidente su tutto ma quando siamo in disaccordo c’è un modo giusto e uno sbagliato di affrontare la cosa. Io alzo il telefono e lo chiamo o lo incontro di persona”, aveva scritto Haley.

Trump non ha nascosto il desiderio di un ritorno della Haley nell’amministrazione: “Puoi scegliere tu in quale ruolo”, ha detto il tycoon. La Haley nel commentare le sue dimissioni, ha smentito categoricamente di correre contro Trump nel 2020 e anzi ha assicurato il suo sostegno al presidente uscente.