Il decreto di Mario Draghi e l’ignobile gara corporativa con protagonista l’Associazione nazionale magistrati.