Istat, fatturato in crescita ad agosto

Una crescita congiunturale del fatturato dell’industria, sul mercato interno ed estero. A riferirlo è l’Istat, che ha preso in esame il mese di agosto, dove è previsto un aumento del 5,9 per cento sul mese precedente.

Tra giugno e agosto, secondo la proiezione, l’indice complessivo si è alzato del 35,9 per cento se raffrontato con i tre mesi precedenti. A livello tendenziale, invece, è stata notata una flessione del 3,8 per cento.

La nota positiva è segnata dagli ordini, che hanno portato ad agosto un incremento più ampio di quello del fatturato (15,1 per cento). Nella media dell’ultimo trimestre, è apparso il segno positivo (47,3 per cento) rispetto al trimestre precedente.

Sempre secondo i dati statistici, l’indice grezzo degli ordinativi è schizzato del 6,1 per cento, sia sul mercato interno che sul mercato estero. Ad agosto, poi, gli indici destagionalizzati del fatturato hanno visto crescite per i beni di consumo (9,8 per cento), beni strumentali (0,9 per cento) e beni intermedi (7,7 per cento). Segno meno per l’energia (-1,8 per cento).

Nel settore manifatturiero, bene il comparto dei mobili. A seguire le apparecchiature elettroniche, calano industria farmaceutica e raffinerie. Per quanto riguarda gli ordinativi, infine, pollice alzato per computer ed elettronica, male industria farmaceutica e quella chimica.