Arrivederci a Venezia 80

Si è chiusa sabato sera la 79esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. La giuria, presieduta dall’attrice Julianne Moore, ha assegnato il Leone d’Oro per il miglior film al documentario (unico in concorso) All the Beauty and the Bloodshed della regista statunitense Laura Poitras. La pellicola racconta la vita della fotografa, artista e attivista Nan Goldin e della sua battaglia per vedere riconosciuta la responsabilità della famiglia Sackler, proprietaria della farmaceutica Purdue Pharma, per le morti dovute al consumo di oppioidi, come OxyContin, farmaci che hanno creato molte dipendenze e numerose vittime.

Il Leone d’Argento premio alla miglior regia è andato al regista italiano Luca Guadagnino per Bones and All. La coppa Volpi alla migliore attrice a Cate Blanchett per Tár (regia di Todd Field) e al migliore attore a Colin Farrell per The Banshees of Inisherin (regia di Martin McDonagh). Il Leone d’Argento Gran Premio della Giuria è andato al film Saint-Omer, della regista esordiente Alice Diop la quale è stata premiata anche con il Leone del Futuro-premio Venezia opera prima Luigi De Laurentis.

Il Premio speciale della Giuria è stato assegnato a Khers Nist (Gli orsi non esistono) di Jafar Panahi, il regista iraniano arrestato e condannato a luglio scorso. Il premio per la migliore sceneggiatura è andato a Martin McDonagh per The Banshees of Inisherin. Il Premio Marcello Mastroianni a una giovane attrice emergente è stato assegnato a Taylor Russell, coprotagonista con Timothée Chalamet di Bones and All. Per la categoria Orizzonti, dedicata alle opere più rappresentative delle nuove tendenze, il film vincitore è stato Jang-e jahani sevom (Terza guerra mondiale) di Houman Seyyedi. La migliore attrice della categoria è stata Vera Gemma, figlia del grande attore Giuliano, scomparso nel 2013, protagonista del film Vera per la regia di Tizza Covi e Rainer Frimmel.

Nell’incontro di fine Mostra, il direttore Alberto Barbera e il presidente Roberto Cicutto hanno tirato le somme di un bilancio assolutamente positivo: i biglietti venduti al pubblico sono stati 60.477, il 6 per cento in più rispetto al 2019 (anno prima della pandemia). Anche la partecipazione sui social è stata assolutamente notevole. La sera della premiazione, a fine cerimonia, il presidente Cicutto ha sottolineato: “Abbiamo compiuto 90 anni, anche se diciamo di averne 79. Grazie per aver festeggiato così numerosi provando gioia ma senza dimenticare le gravi crisi della nostra epoca”. E ha chiuso la Mostra dando appuntamento al 30 agosto 2023 per Venezia 80.