Applausi per il concerto di Morricone al Senato

Cerimonia di premiazione nell’Aula del Senato per Ennio Morricone. Il celebre compositore e direttore d’orchestra è stato protagonista, nella mattina di sabato 11 gennaio, dell’evento organizzato da “Senato e Cultura”, “Omaggio a Ennio Morricone”. In questa occasione speciale, ha diretto l’Orchestra che da anni lo accompagna nei suoi concerti, “Roma Sinfonietta”, facendo ascoltare ai numerosi spettatori alcuni dei suoi successi, tra le più belle colonne sonore di tutti i tempi.

E non solo, il Maestro, ha proposto anche 2 brani di musica contemporanea “Quattro anacoluti per A.V.” e “Se questo è un uomo” con testo di Primo Levi, con l’intervento del soprano Antonella Marotta, Mariano Rigillo, voce recitante, e Marco Serino violino solista. Il riconoscimento, consegnato dal Presidente del Senato della Repubblica Maria Elisabetta Alberti Casellati al Maestro Morricone, visibilmente commosso, è “per aver saputo raccontare con la sua musica storie di valore universale che, dal grande cinema alla televisione, dalla direzione d’orchestra alla composizione, hanno saputo incantare intere generazioni, divenendo testimonianza vivente del genio ed eccellenza italiana nel mondo”.

Ennio Morricone nato a Roma nel 1928, ha composto a partire dal 1961 ben 450 colonne sonore collaborando con registi italiani come Sergio Leone, Giuseppe Tornatore, Giuliano Montaldo e Bernardo Bertolucci ed internazionali, ricordiamo Brian De Palma, Oliver Stone, e Pedro Almodovar. Tra i film più noti oltre ai celebri western del citato Sergio Leone, da rilevare “Mission” con la regia di Roland Joffré, Sacco e Vanzetti e “La leggenda del pianista sull’oceano” dove la vera esecutrice dei brani contenuti nel film è la pianista Gilda Buttà, anche lei presente in orchestra durante questo evento, di cui il direttore artistico è stato Luigi Lanzillotta, violoncellista storico di Morricone e fondatore di Roma Sinfonietta. Nel 2007 Ennio Morricone ha ricevuto l’Oscar alla carriera “per lo straordinario e variegato contributo all’arte della musica” e poi nel 2016 con “The Hateful Eight” film di Quentin Tarantino vincitore anche del Golden Globe.