La voce degli scrittori,<br />“Talenti d’Italia”

Per la rubrica con la quale “L’Opinione delle Libertà” vuole dare voce e spazio ai nuovi volti della letteratura italiana, questa settimana vi consigliamo “Talenti d’Italia” di Maarten van Aalderen (Albeggi Edizioni). Van Aalderen, olandese classe 1965, è stato presidente dell’Associazione della Stampa Estera in Italia dal 2009 al 2011 e dal 2013 al 2015. È da vent’anni corrispondente del maggiore quotidiano olandese, De Telegraaf. È condirettore del corso di Global Journalism all’Università telematica UniNettuno di Roma e collabora al programma “Italiani di carta” di Paolo Mieli alla televisione di San Marino RTV.

La Storia

Un diario umano denso di idee e di speranze. La prova concreta del patrimonio giovanile italiano. Ventuno storie di giovani talenti italiani capaci di costruirsi un percorso importante, andando a cogliere le giuste opportunità, reagendo ad ogni colpo ricevuto dal fato, riuscendo a scorgere la luce anche nei passaggi più oscuri. Pare proprio che questo giornalista olandese, innamorato del nostro Paese, riesca a scorgere tutto ciò che di bello c’è nei nostri ragazzi, andando oltre i pregiudizi e le banali etichette. In questo viaggio emozionale van Aalderen continua a stropicciarsi gli occhi di fronte alla resilienza mostrata dai giovani italiani, estraendola con cura per poterne poi riversare l’essenza su quelli più sfiduciati e già pronti a fare le valigie, convinti che il Belpaese non possa offrirgli alcuna chance. Le storie di undici donne e dieci uomini di settori diversi, accomunati dal desiderio indomabile di realizzare i propri sogni, alimentati dalle loro passioni e dall’ambizione di una vita migliore. Le possibilità esistono e non sono neanche così fuori dalla nostra portata. Maarten van Alderen ci apre gli occhi, mostrando senza filtri i talenti in erba pronti a far risplendere il nostro Paese.

La “Voce” dello scrittore

“Ho proseguito con questo libro il mio percorso iniziato con ‘Il bello dell’Italia’, alla scoperta del lato buono dello ‘Stivale’, quello che tanti nel mondo vi invidiano e che spesso tendete a dimenticare”.

Ricordiamo infine a tutti i lettori anche la pagina Facebook “La voce degli scrittori” e l’Applicazione ufficiale.