Cambiare canale  col pensiero: si può

La guerra per la detenzione del telecomando potrebbe volgere al termine. Per affermare il proprio potere in famiglia ci vorrà ben altro, almeno stando a quanto dichiarato dalla Bbc.

L’emittente inglese ha infatti annunciato da mesi di essere a lavoro su un sistema in grado di controllare la tivù con la mente: la “Mind Control Tv”. Lo strumento, realizzato grazie alla collaborazione di “This Place”, società specializzata in design d’interfacce, interagisce per ora con Bbc iPlayer, ovvero il servizio streaming della televisione di Stato britannica. Si tratta di un lettore di onde cerebrali, dalle fattezze molto simili a quelle di un normale paio di cuffie, dotato però di due sensori: uno posizionato all’altezza della fronte e l’altro tenuto sull’orecchio tramite una clip. Grazie all’analisi delle onde è possibile distinguere se la persona è in stato di “concentrazione” o di “meditazione”. Il primo viene visualizzato sullo schermo tramite una barra molto simile a quella del volume e, raggiunto un certo livello, sarà come premere il tasto “invio” e attivare quindi l’azione corrispondente. Di seguito verrà visualizzato un lungo elenco di programmi. All’utente non rimarrà che attendere che il programma di suo interesse venga evidenziato, per concentrarsi fino a riempire la barra.

Per quanto assurdo e complesso possa sembrare, il prototipo, già testato da diverse persone, la maggior parte della quali dipendenti della Bbc, è risultato intuitivo e facilmente fruibile. Nessun test è infatti stato deludente e tutti coloro che si sono prestati all’esperimento sono riusciti a impartire comandi con la sola forza della mente. L’obiettivo della televisione inglese non è però quello di sostituire le infinite potenzialità di un telecomando, né tantomeno di rendere l’apparecchio commerciale. “È importante sottolineare che siamo alle prime fasi di questa tecnologia e che, sebbene i dispositivi per la lettura delle onde cerebrali stiano migliorando costantemente, le loro capacità sono ancora limitate”, ha infatti dichiarato Cyrus Saihan, Head of Business Development di Bbc.

Aggiungendo che i risultati dei test effettuati sul prototipo rispondono solo a istruzioni binarie on/off, rendendo quindi molto più facile l’efficacia del nuovo strumento, Saihan ha sottolineato invece l’importanza della Mind Control Tv in caso di disabilità. Emulare le capacità di un apparecchio commerciale non sarebbe pensabile al momento, ma creare un dispositivo in grado di agevolare persone affette da disabilità è il giusto obiettivo a breve termine da porsi. Rendere accessibili a tutte le persone costrette all’immobilità per gravi patologie o traumi quanti più contenuti multimediali possibili, televisione in primis, questa sì che sarebbe una grande invenzione.