Coronavirus e sport vietati, c’è anche il tango

Occhio a chi balla. Già, perché tra le attività sportive amatoriali vietate in questo periodo di Covid c’è anche la danza. È quanto riportato dal decreto del ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora: la lista è bella corposa.

Come noto, divieto per calcio e calcetto. Ma anche per basket, rugby, pallavolo, pallamano, hockey. Tra le particolarità, lo stop per una lotta originaria della Sardegna, nota come ’s’intrumpa’.

No poi per judo, karate, taekwondo, floorball (hockey indoor), sepak takraw (origine asiatica, tipo pallavolo ma con i piedi), cheerleading (un mix di ginnastica, acrobazia e danza).

Vietata la danza sportiva e non: quindi semaforo rosso per il tango (unica eccezione se praticato in forma individuale). Stessa musica per la ginnastica artistica e ritmica.

Però…c’è un però. Ovvero le deroghe. Esistono infatti discipline che possono essere praticate dagli amatori solo individualmente. Un esempio? Canottaggio, pattinaggio, slittino, rafting, bob su pista.