Turismo: le vacanze estive “sconfinano” a ottobre

Se settembre è stato il nuovo agosto delle vacanze, con i dati di ottobre il turismo italiano è andato ancora oltre. Le vacanze estive quest’anno infatti hanno “sconfinato” addirittura nel decimo mese dell’anno: l’indice che emerge dalla consueta analisi di Confturismo-Piepoli è infatti di sei punti più elevato rispetto allo stesso mese del 2017, raggiungendo addirittura i 70 punti (valore più elevato della serie storica per questo mese).

Tra le motivazioni c’è il bel tempo dell’autunno, che è durato fino a metà ottobre inoltrato e ha avuto un effetto positivo sull’allungamento dell’estate turistica. Quasi sei italiani su dieci hanno indicato proprio nel meteo favorevole la motivazione di queste vacanze prolungate. Un altro dato positivo è la percezione della situazione economica personale: il saldo tra ottimisti e pessimisti, per quanto riguarda i prossimi sei mesi, è positivo di ben 7 punti percentuali. Per quanto riguarda i prossimi mesi quattro italiani su dieci hanno intenzione di fare una vacanza nel periodo di Natale e Capodanno e pensano di trascorrere in media 4,3 giorni fuori casa. Le mete preferite saranno la montagna e le città d’arte.

Queste ultime sono tradizionalmente uno dei punti di forza dell’Italia e proprio quelle italiane saranno scelte per un week-end d’arte da quasi tre connazionali su quattro, con in cima alle preferenze Firenze, Roma e Venezia e per quanto riguarda quelle internazionali Parigi, Londra, Barcellona, Amsterdam e Praga. Per un fine settimana lungo, la motivazione di viaggio ricade sulla visita di musei, mostre e monumenti per quattro italiani su dieci, ma anche i trattamenti di salute e le vacanze enogastronomiche attirano un forte interesse.