Carfagna: “Pronti a governare con Berlusconi”

Mancano pochi giorni all’evento che il coordinamento di Forza Italia in Campania ha organizzato ad Ischia per il 14 ed il 15 ottobre, evento a cui “parteciperà anche il Presidente Berlusconi” come ci ha detto Mara Carfagna, portavoce di Forza Italia alla Camera, a cui abbiamo fatto qualche domanda a margine della conferenza stampa di presentazione di “Pronti a governare” che si è svolta a Montecitorio.

Il 14-15 ottobre si terrà ad Ischia la manifestazione di Forza Italia “Pronti a governare”, di cosa si parlerà?

Sarà un momento di confronto, con diversi tavoli tematici, durante il quale affronteremo le problematiche che preoccupano e attanagliano il nostro Paese.

Quali problematiche?

Pensiamo alle tasse, alla sicurezza, all’immigrazione clandestina, all’occupazione, alla disoccupazione, alla povertà, al welfare, al futuro dei nostro giovani. Queste sono le cose che interessano davvero agli italiani, su questi punti chi nel 2018 guiderà il Paese si dovrà impegnare per offrire risposte e soluzioni. Senza demagogia e senza alcuna retorica.

Il titolo della kermesse è “Pronti a governare”. Siete davvero pronti?

Certo che lo siamo. E lo siamo forti della nostra esperienza del passato. Un’esperienza basata sul buon governo: 36 riforme approvate, un milione di posti di lavoro creati grazie alla riforma Biagi, abolizione della tassa sulla prima casa e della tassa di successione, introduzione del reato di stalking che ha fornito alle donne un valido strumento per difendersi...

Sì, ma l’Italia del futuro?

Vogliamo un’Italia più efficiente, meno costosa per il contribuente, ma soprattutto sicura. Manifestazioni come questa di Ischia servono proprio a definire ancora meglio il nostro programma di governo.

Ci sarà anche Silvio Berlusconi?

Certo, ne siamo molto contenti, dimostra ancora una volta una generosità immensa ed un grande attaccamento alla Campania e al Sud.

È pronto a riprendersi il Meridione?

Siamo pronti a governare l’Italia e quindi anche il Meridione. Senza divisioni, senza contrapporre il Nord al Sud.

Si tratta di un ritorno in grande stile per Berlusconi...

Perché se n’è mai andato?

Verranno visitate anche le zone del terremoto?

Sì, andremo nelle zone colpite, quella piccola scossa di terremoto ha causato un grosso danno, non soltanto economico. Con la presenza fisica nostra e del presidente Silvio Berlusconi dimostriamo che Ischia è sicura e ci impegniamo, quando saremo al governo, a dare la giusta attenzione come abbiamo fatto con L’Aquila.

Perché Forza Italia riparte proprio dal Sud e dalla Campania?

Ripartiamo dall’Italia. Quella di sabato e domenica è una manifestazione del Sud con un respiro nazionale.

L’evento avrà un sapore anti-leghista?

Perché mai dovrebbe? Anzi. La Lega è nostro alleato da molto tempo, semplicemente al Sud noi siamo più radicati di loro.

È prevista la presenza di Antonio Tajani?

Sì, ci sarà anche Antonio Tajani, che oltre ad essere il presidente del Parlamento europeo è uno dei fondatori di Forza Italia