Usa: tre mesi di proroga alla licenza di Huawei

Il governo americano sembra aver allentato, almeno per il momento, la presa su Huawei. L’azienda cinese ha infatti ottenuto una “licenza temporanea di 90 giorni che ripristina parzialmente i requisiti e le politiche di licenza in base ai Regolamenti di amministrazione delle esportazioni”. In base alla licenza concessa dal Dipartimento del commercio Usa, la cui durata potrebbe essere estesa, Huawei potrà acquistare prodotti e servizi americani per mantenere operativi gli smartphone già in commercio, e le reti e le apparecchiature esistenti, inclusi gli aggiornamenti software e le “patch” di sicurezza. La licenza non riguarda invece l’acquisto di componenti statunitensi destinati alla creazione di nuovi prodotti.

“Questa licenza temporanea ci consente di continuare a fornire aggiornamenti software e patch di sicurezza ai modelli esistenti di smartphone per i prossimi 90 giorni”, ha dichiarato un portavoce di Google. “Mantenere i telefoni aggiornati e sicuri è nell’interesse di tutti”, dichiara il portavoce di Google, che nei prossimi 90 giorni potrà quindi collaborare con Huawei sugli aggiornamenti software. Al termine dei tre mesi, se non ci sarà una proroga della licenza, Huawei avrà comunque accesso ad aggiornamenti e patch di sicurezza, ma dovrà attendere che siano disponibili per la versione open source - e non quella commerciale - di Android, chiamata Android Open Source Project (Aosp).