Lamborghini, Domenicali: presto l’auto ibrida

“Una Lamborghini ibrida arriverà presto”. A dirlo è l’amministratore delegato del marchio di Sant’Agata Bolognese nel corso di un’intervista all’Ansa nell’ambito della centesima edizione di Automobile Barcellona, il salone dell’auto che in questi giorni si svolge nella città catalana.

“Guardiamo al futuro senza dimenticare i valori del nostro passato - dice l’Ad dell’auto del Toro - e siamo convinti che le vetture di superlusso, come le nostre, avranno un ruolo davvero importante. D’altra parte - spiega Stefano Domenicali - in un Salone come questo, che celebra il proprio centenario, le nuove tecnologie hanno un ruolo chiave. E noi siamo qui a rappresentare non solo una storia gloriosa, ma anche un futuro che si preannuncia davvero pieno di soddisfazioni”.

Lamborghini, come tutti i marchi del Gruppo Volkswagen, a Barcellona ha portato esclusivamente concept. E alle spalle di Stefano Domenicali troneggia la “Terzo Millennio”, la supersportiva del futuro del marchio di Sant’Agata che dispone di un’alimentazione elettrica anziché a benzina. L’obiettivo di Lamborghini è sviluppare un supercondensatore innovativo che sia in grado di colmare, in termini di densità energetica, il divario esistente con le batterie convenzionali, per garantire una densità di potenza adeguata alle proprie vetture. Attualmente, infatti, le batterie non riescono a garantire prestazioni elevate e un recupero energetico sufficienti.

D’altra parte, in Lamborghini l’aspirato è ancora un dogma perché dona alle vetture una drive-experience inconfondibile. Domenicali, a domanda diretta, riesce a stupire: “L’aspirato per noi è un dogma, certo, ma che sta evolvendo verso l’ibrido. Utilizzeremo presto questa tecnologia. E anche sull’elettrico stiamo lavorando. Non si tratterà - spiega - di un passaggio immediato, ma dobbiamo essere sufficientemente elastici da poter adottare questa tecnologia quando sarà matura a sufficienza per le nostre auto. E, soprattutto, quando i clienti Lamborghini lo vorranno. Il nostro obiettivo - conclude Domenicali, rassicurando gli appassionati del Toro - è continuare a garantire un’esperienza di guida unica. Sotto questo profilo non possiamo rinunciare a nulla. Il nostro Dna rimarrà garantito”.