Amazon diventa un corriere postale

Amazon ha ottenuto la licenza per svolgere il servizio di corriere postale. Il colosso americano dell'e-commerce compare infatti nell'aggiornamento del 16 novembre per l'elenco degli operatori postali pubblicato sul sito del ministero dello Sviluppo economico, sotto le diciture "Amazon Italia Logistica" e "Amazon Italia Transport". Amazon aveva chiesto la licenza dopo che l'Agcom (l'Autorità per le telecomunicazioni, che ha competenza anche in materia postale), il 2 agosto scorso l'aveva sanzionata con una multa da 300mila euro proprio per lo svolgimento di attività postali, quali la logistica e la consegna di pacchi o la gestione dei centri di recapito, senza il necessario titolo autorizzativo.

Stando all'elenco, sono ben 4.463 (molti dei quali compaiono però più volte sotto diverse diciture e con più di una licenza) i soggetti autorizzati al servizio. L'autorizzazione è valida 6 anni (anno solare), ed è rinnovabile presentando almeno 45 giorni prima della scadenza la richiesta con la documentazione aggiornata e non può essere ceduta a terzi senza preventiva informazione al Ministero. Avendo ottenuto l'autorizzazione a operare in questo mercato, Amazon, come spiega su Twitter il commissario Agcom, Antonio Nicita, "sarà sotto la lente" dell'Autorità, nel senso che sarà sottoposta al controllo dell'organo di vigilanza.