Facebook, lascia Brendan Iribe, creatore di Oculus

La fuga da Facebook continua. A lasciare il colosso social è l’ennesimo dirigente. Brendan Iribe, co-fondatore insieme a Palmer Lucky di Oculus, ha deciso di andarsene. “Abbiamo iniziato – scrive nel post di commiato Iribe – una rivoluzione che cambierà il mondo in modi che non possiamo nemmeno immaginare”. L’addio arriva dopo quattro anni dall’acquisizione di Oculus da parte della società di Mark Zucherberg. Iribe ha venduto la società tecnologica a Facebook per 2 miliardi di dollari.

Il social network ha salutato cordialmente Iribe. “Grazie per il tuo grande contributo al lancio della realtà virtuale, ben oltre i confini di ciò che la gente pensava possibile ed è a causa della sua visione che siamo tutti qui a lavorare sulla VR oggi. Ti siamo grati. Per la tua leadership, la tua dedizione alla costruzione dell’impossibile, e ci mancherà”.

Oculus è un’azienda nota, soprattutto, come pioniera delle cuffie virtuali che danno la possibilità agli utenti di immergersi negli universi tridimensionali. Il fatto che dirigenti come Iribe lascino società come Facebook non è irrituale. Ma desta sorpresa il continuo abbandono delle “teste coronate” del social network.

Lo scorso aprile, il ceo di WhatsApp, Jan Koum ha lasciato Facebook quattro anni dopo aver venduto l’app di messaggistica. A settembre hanno abbandonato anche l’ad di Instagram Kevin Systrom e il co-fondatore Mike Krieger.