“Maker Faire”: a dicembre la V edizione

Gli artigiani digitali italiani ed europei tornano a darsi appuntamento a Roma per la nuova edizione della Maker Faire, la fiera dedicata all’innovazione a 360 gradi. Presentata ieri mattina nella Capitale, la manifestazione si svolgerà dall’1 al 3 dicembre alla Fiera di Roma, mettendo insieme scienza, fantascienza, tecnologia e impresa su una superficie di oltre 100mila metri quadrati.

Giunta alla quinta edizione, “Maker Faire - The European Edition 4.0” espone centinaia di soluzioni hi-tech, tra realtà virtuale e realtà aumentata, droni, robotica e stampa 3D, impresa 4.0, internet delle cose, cucina e agricoltura 4.0, giochi, arte, musica, mezzi di trasporto ed energia sostenibile, edilizia e biotecnologie. Sono 750 i progetti presentati dai maker di 40 Paesi, tra cui tutte le nazioni dell’Ue. L’obiettivo è quello superare il numeri dell’edizione 2016, che con i suoi 110mila visitatori - ha spiegato il curatore del Maker Faire, Massimo Banzi, cofondatore di Arduino - “ha battuto l’edizione di New York ed eguagliato quella della Silicon Valley”.

Diecimila metri quadrati della Maker Faire sono dedicati all’Area Kids, pensata per il divertimento e l’apprendimento di bambini e ragazzi dai 4 ai 15 anni, dove 40mila maker in erba potranno frequentare i laboratori. La kermesse è aperta anche agli studenti, con la partecipazione di 55 scuole e di 28 università e istituti di ricerca italiani e stranieri. “Dai bambini agli anziani, dal mondo del lavoro all’impresa, l’innovazione pervade tutto e tocca tutti”, ha affermato Lorenzo Tagliavanti, presidente della Camera di Commercio di Roma che promuove la manifestazione, secondo cui la fiera è “un’enorme opportunità per gli imprenditori”.

(*) Per tutte le altre info visita il sito ufficiale