Giappone, sono 156 le vittime per le alluvioni

Le vittime sono almeno 156. È questo il bilancio provvisorio delle alluvioni che hanno colpito il Giappone occidentale. È quanto ha riferito un portavoce del governo, precisando che i dispersi ammontano a una decina. Nel frattempo, il premier Shinzo Abe ha annullato il viaggio in programma in Francia, Belgio, Arabia Saudita ed Egitto, per restare alla guida dei soccorsi. Le precipitazioni si sono interrotte nelle ultime ore. L’Agenzia meteorologica nazionale ha avvertito del rischio di nuove frane e smottamenti. Il governo ha mobilitato 73mila uomini per le operazioni di soccorso, assicurando il supporto finanziario a tutte le municipalità devastate.

Secondo le autorità locali il conteggio delle vittime è soggetto ad aumentare di ora in ora. Il numero complessivo dei morti causati dal maltempo in Giappone è il più grave degli ultimi decenni. Abe si sarebbe poi recato a Parigi per un incontro bilaterale con il presidente francese Emmanuel Macron. Avrebbe anche partecipato, come ospite d’onore del capo di Stato francese, alla tradizionale parata militare del 14 luglio. In seguito avrebbe dovuto visitare l’Arabia Saudita e l’Egitto. Ma di fronte alla gravità delle piogge eccezionali, il primo ministro ha deciso di dare la priorità al soccorso delle vittime.