Pyongyang minaccia di annullare il summit con Trump

La Corea del Nord ha cancellato a sorpresa i previsti colloqui di oggi con Seul e minaccia, neppure troppo velatamente, di annullare il summit tra Kim Jong-un e Donald Trump. È quanto ha riferito oggi l'agenzia di stampa sudcoreana Yonhap. Il motivo addotto da Pyongyang sarebbero le esercitazioni militari (previste da mesi) che in corso tra Stati Uniti e Corea del Sud. Il presidente americano Donald J. Trump è stato immediatamente informato sugli sviluppi della vicenda. E a Washington si sta cercando di verificare la notizia che - riportano fonti dell'amministrazione – avrebbe colto impreparati sua la Casa Bianca che il Dipartimento di stato e il Pentagono. La Casa Bianca starebbe quindi preparando una risposta, affermano le stesse fonti, che spiegano come siano in corso incontri a tutti i livelli.

Siamo consapevoli della notizia diffusa dai media sudcoreani – ha commentato l’amministrazione Trump in un comunicato stampa - Gli Stati Uniti verificheranno indipendentemente le affermazioni della Corea del Nord e continueranno a coordinarsi con i loro alleati. Pyongyang ha intanto avviato le opere di smantellamento del sito di test nucleari di Punggye-ri, già prima della cerimonia ufficiale di chiusura del 23-25 maggio davanti a esperti e media internazionali, in vista del summit di Singapore del 12 giugno tra il leader Kim Jong-un e il presidente americano Donald Trump. Anche questa notizia arriva da fonti militari della Corea del Sud. Una notizia che confermerebbe l’analisi compiuta da “38 North”, think tank della Johns Hopkins University, effettuata in base a immagini satellitari che risalgono al 7 maggio.