L’Isis prepara attacchi devastanti in Europa

L’Isis è in crisi e perde terreno in Medio Oriente. Ma proprio in questa fase lo Stato Islamico è in preda ai “colpi di coda” e prepara degli attacchi “devastanti” in Europa. È questa l’opinione di Andrew Parker, direttore dell’Mi5, il servizio segreto britannico. L’allarme è ormai lanciato. Ma Parker lo formalizzerà nel corso del vertice dei responsabili europei dell’intelligence a Berlino. Secondo l’analisi del direttore, gli attacchi che l’Isis vuole lanciare nel vecchio continente sarebbero “ancor più complessi che in passato”. Per queste ragioni, si presume possano essere terribili.

Secondo quanto sostiene la Bbc, Parker rivelerà che in Gran Bretagna sono stati sventati dodici attentati dal marzo 2017 ad oggi. Il capo dell’Mi5 condannerà anche l’avvelenamento degli Skripal a Salisbury, puntando il dito contro il Cremlino per la “flagrante violazione delle regole internazionali”. Parker descriverà il tentativo di assassinio come “attività maligna intenzionale e mirata” che rischia di trasformare la Russia in un “paria”. Di fronte ai rischi che arrivano dalla minaccia terroristica, Parker si appellerà alla “cooperazione condivisa tra le agenzie di intelligence europee, ora più che mai necessaria. Perché il livello di cooperazione oggi in Europa è semplicemente irriconoscibile rispetto a quello di cinque anni fa”.